giovedì 15 maggio 2008

Le mie riflessioni sull'esperienza blog

Per me fare il blog è stata una esperienza positiva e bella.

Ho potuto scrivere più in italiano grazie a questa novità d’esercizio ma a volte era difficile scrivere qualcosa, trovare il tempo per farlo e se li sommamo che sono un po’ pigra...

Nel blog ho parlato un po’ di me, di quello che mi piace, ho letto e conosciuto ai miei compagni di corso, le sue opinioni, di cosa lavorano, i suoi giri, un po’ di ricette...

Alla fine abbiamo avuto una conversazione virtuale su quello che ci unisci, la voglia d’imparare l’italiano.

3 commenti:

ina ha detto...

Mi sembra, tutto sommato, ... tanto, Vane!

Gianni ha detto...

Cara Vanessa oggi è domenica 24 gennaio 2011, forse non lvori più sul tuo blog, ma volevo dirti che mi è stato molto utile. Venerdì incontro Oracio Pagani per un'intervista e volevo capire qualcosa di Casilda, la sua terra di origine. O forse no. La terra di origine di molti argentini, sopratutto nelle dalegzione di Rosario è l'Italia (lo si capisce anche solo dai cognomi), ma è anche lo spirito (che si coglie anchje dal tuo blog) che ècomune. E poi il titolo del tuo blog è fantastico. In conclusione grazie per avere condiviso in rete le tue idee. Ti invio questo messaggio come un biglietto in una bottiglia affidata al mare. Con i miei più cari saluti e ringraziamenti. Gianni. Cagliari, Srdegna, Italia (gagnesa@formez.it)

Gianni ha detto...

Vanessa, altro messaggio nella bottigli...
Scusa per gli errori, ma sto scrivendo da un computer portatile microscopico,con tasti piccolissimi.
Ciao